in convento a TARQUINIA … 25.26.27.28 giugno 2021

in convento a TARQUINIA … 25.26.27.28 giugno 2021

Ospiti in un convento di suore benedettine, per riprendere il viaggio dove l’avevamo lasciato un anno fa a Tarquinia, cittadina medievale patrimonio dell’Unesco.

Ci faremo di nuovo coccolare dalla pace delle mura possenti del convento, viziare dal calore e dall’amore delle suore, incantare dalla maestosa bellezza di costruzioni di un’epoca passata e dai loro segreti.

Gli ingredienti per il cocktail perfetto ci sono tutti, soprattutto perché ci sarete tutte voi.

Colorate e chiassose, timide e riservate, allegre o musone siete voi tutte insieme a fare la magia a rendere tutto indimenticabile, a noi resta solo il compito di renderlo reale.

Non posso garantire che sarà bel tempo ma posso assicurare che sarà un’esperienza unica; dove potrai essere te stessa, senza giudizi, senza sovrastrutture, senza obblighi e godere appieno di una vacanza creativa come non hai mai fatto prima.

Manca un unico ingrediente a questa pozione magica: i progetti creativi che abbiamo pensato per voi

“Per quanto tempo è per sempre? A volte solo per un secondo”– (Lewis Carrol: Bianconiglio, Alice nel paese delle Meraviglie-

Per riuscire in un impresa, il primo passo è tentare.

Per ripetere l’impresa è necessario però alzare l’asticella.

La prima volta è stata una grande avventura. L’ansia verso l’ignoto, la vita in un convento scandita da ritmi e riti che intimidiscono al solo pensiero, l’idea di aprire le porte a persone sconosciute, il rischio che la miscela fosse troppo esplosiva e il mal tempo che ci ha accompagnate per tutto il percorso; sono stati solo alcuni degli ingredienti che abbiamo inserito nel calderone di questa esperienza. Ma il risultato è stato eclatante.

Ripetere l’impresa poteva essere difficile, ma non per questo ci siamo fermate.

Abbiamo bussato di nuovo, ci hanno riaperto le porte del convento e ci siamo fiondate dentro con un nuovo gruppo ancora più disomogeneo e disorganizzato della volta precedente.

Il sole ci ha accompagnate per tutto il viaggio ed ha contribuito ad alzare l’allegria ma anche la fatica. Non nego che ci siano stati anche momenti difficili, ma quelli fanno parte del gioco, lo rendono più vero, sono quell’ingrediente in più che non ti fa arretrare di un passo che ti fa tirar fuori quella grinta, che magari non sapevi di avere e ti fa dire “vado avanti lo stesso … non posso mollare”.

Avrei potuto raccontarvi questa storia in mille modi, ricamandola di dettagli come fosse un merletto ma credo che le immagini parlino da sole.

Vi lascio questo video per non dimenticare, per non dimenticarci ma soprattutto per ricordarci che è tutto vero.

Eveline

 

Alice sorrise: “Non ha senso tentare”, disse, “non si possono credere cose impossibili”. “Direi piuttosto che non hai molta pratica”, disse la Regina, “quando ero più giovane, lo facevo sempre per mezzora al giorno. Alcune volte ho creduto fino a sei cose impossibili prima di colazione”.

(Lewis Carrol, Alice nel paese delle meraviglie)

Lascia un commento

X